Calibrare bilance elettroniche di precisione: la procedura da seguire

Le bilance sono strumenti di misurazione necessari per tantissime attività e che talvolta richiedono pesature di estrema precisione. È veramente importante quindi, nel caso di bilance elettroniche di precisione industriali e per il settore Retail, che il processo di calibratura avvenga correttamente. Per avere questa sicurezza, è necessario effettuare dei controlli periodici con dei pesi campione adatti e certificati. Questi controlli permettono di omologare e approvare le nostre bilance, garantendo una pesa affidabile soprattutto nelle transazioni commerciali o comunque in tutte quelle attività che coinvolgono il consumatore finale.

Mentre per i pesi campione sono state definite 7 classi di precisione, cioè E1, E2, F1, F2, M1, M2 e M3, per le bilance ne sono state individuate 4, e cioè I, II, III, IV. Ciò che differenzia le classi dei pesi campione è l’errore massimo che possono presentare rispetto al loro valore nominale. Invece, la differenza tra le classi delle bilance è proprio il loro grado di precisione: se nella classe I rientrano infatti le bilance in assoluto più precise, nella classe IV rientrano le bilance con il numero minore di divisioni.

 

Qual è la procedura per calibrare e tarare le bilance elettroniche?

Che si tratti di bilance industriali (come piattaforme, contapezzi, pesa-assi, bilance a pavimento o da tavolo) o di bilance per la vendita al dettaglio, come quelle offerte da Celmi, esiste una procedura standard che garantisce di possedere una bilancia elettronica perfettamente calibrata. Vediamo insieme e nel dettaglio questa procedura:

 

Buona prassi poi è quella di accendere la bilancia almeno 30 minuti prima di effettuare la calibrazione e stabilizzare la sua temperatura con quella dei pesi da utilizzare, che devono essere di tipo orizzontale soprattutto nel caso di misurazioni di precisione. Procedere quindi eseguendo alcuni pre-test.

 

Ma come si effettua questo test? Il peso campione deve essere appoggiato in quattro/cinque diverse aree della bilancia, che ovviamente può avere diverse forme (rotonda, rettangolare, quadrata, etc). In questo caso è bene consultare gli standard OIML R76 ed EN 45501 per prendere visione sulle diverse procedure da seguire a seconda delle diverse forme.

 

La procedura si effettua ripetendo la stessa pesatura per almeno cinque volte di fila, osservando il margine d’errore della bilancia. Di prassi, lo strumento di misurazione deve essere ogni volta azzerato e quindi, solamente dopo, il carico può essere appoggiato, presa nota della misura, si ripete lo stesso procedimento.

 

Si procede effettuando l’azzeramento dello strumento di pesatura, per poi impostare il carico sul primo punto e registrando la pesa; ad ogni misurazione si procede incrementando il peso di carico (che sono tra i 5 e i 10 carichi solitamente) e una volta raggiunto il massimo, si inizia a ridurre i carichi tramite i punti di test decrescenti. Questo tipo di test è molto utile per rivelare eventuali problemi di linearità, cioè quando lo strumento non misura con la stessa precisione lungo tutta la portata.

 

 

La giusta frequenza di calibrazione

Non è così semplice in realtà determinare un intervallo di tempo standard in cui calibrare le bilance elettroniche di precisione. Nel decidere la frequenza di calibrazione, infatti, è sempre bene tenere presente una serie di considerazioni, come il valore del prodotto che dev’essere pesato: maggiore sarà il suo valore e maggiore sarà la frequenza di calibrazione necessaria. Oppure ancora, maggiore sarà la gravità dell’impatto di un processo di pesatura errato, maggiore sarà la frequenza delle calibrazioni. Questa frequenza sarà infine maggiore nel caso in cui una bilancia debba effettuare tante pesate nel corso di una giornata e nel caso in cui le condizioni dell’ambiente in cui questa bilancia opera sono lontane da quelle ideali (ad esempio con frequenti sbalzi di temperatura, presenza di particelle sottili, vibrazioni o spostamento d’aria).

 

Se sei alla ricerca di assistenza per l’installazione della tua bilancia elettronica, che si tratti di bilance industriali, celle di carico o altri strumenti di pesatura, affidandoti a Celmi potrai ricevere un servizio professionale, di qualità e di precisione. La nostra squadra di professionisti è altamente qualificata per assisterti e rispondere ad ogni tua necessità, che si tratti di montaggio, collaudo, taratura o addirittura formazione sui prodotti!

 

Per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo puoi contattarci direttamente, saremo lieti di rispondere ad ogni tua domanda o necessità.

iscriviti alla newsletter