CELMI srl & Skyward (Politecnico di Milano) insieme per un progetto spaziale

Si è appena concluso la seconda edizione di EuRoc - European Rocketry Challenge, la prima competizione universitaria di lancio di razzi in Europa, promossa dall'Agenzia Spaziale Portoghese - Portugal Space, che ha riunito 20 squadre, da tutta Europa, inclusa l’Italia, attraverso Skyward Experimental Rocketry, del Politecnico di Milano, che ha trionfato aggiudicandosi due premi.

Il gruppo italiano Skyward, del Politecnico di Milano, è stato fondato nel 2012 e con 5 lanci ad oggi detiene il record italiano di missilistica studentesca. EuRoC 2021 è stata la prima competizione in assoluto di Skyward, a cui hanno partecipato con Lynx, un razzo modulare che, a detta dei suoi creatori “…è molto più grande, complesso e ha raggiunto più del doppio delle altitudini dei lanci precedenti. Lynx ha effettuato due voli di incredibile successo nel 2021: un volo di prova a Roccaraso (Italia) e il volo EuRoC 2021 presso la base militare di Santa Margarida in Portogallo, raggiungendo un apogeo di 3076 m, appena il 2,5% fuori dall'obiettivo di 3000 m. Questa eccezionale performance all'EuRoC 2021 ci ha concesso due premi: secondo posto assoluto, volo premio (categoria COTS da 3 km) nonché premio Squadra. Siamo un centinaio. Abbiamo cominciato con un progetto “fatto in casa”. Ora, il premio per il miglior volo riconosce i nostri risultati: oltre 3.000 metri, controllo dell’apogeo, apertura di entrambi i paracadute, recupero senza danno”.

  LYNX 2

Noi di Celmi facciamo i complimenti a questi giovani ricercatori italiani che, con il loro ingegno e professionalità, danno prestigio all’attività di ricerca e sviluppo svolta dai nostri team universitari. Ci auguriamo che si possano raggiungere gli stessi successi anche nel 2023, quando Skyward parteciperà alla nuova edizione di EuRoc, con l’obiettivo di portare un determinato carico fino alla quota di 3000 m (categoria h3 della competizione). La soluzione adottata per raggiungere tale obiettivo è il motore ibrido chiamato Chimera.

chimera

Noi di Celmi abbiamo l’onore di aver partecipato a questo progetto, avendo fornito a Skyward la nostra cella di carico a trazione TIPO SAS. Il suddetto progetto, che da poco ha superato la fase di design preliminare, si affaccia ad una estesa campagna di test atta a validare i modelli utilizzati per descrivere il comportamento del motore durante il suo utilizzo. Il primo di questi test riguarda il sistema di iniezione dell’ossidante nella camera di combustione. L’obiettivo del test è quello di ottenere informazioni durante la fase di scarico di un serbatoio in pressione riempito di protossido di azoto. Tale fluido è il principale reagente all’interno del motore che, a contatto con il materiale presente in camera di combustione, permetterà di sostenere la combustione e quindi di generare la spinta voluta. Il test prevede la costruzione di un apparato sperimentale che utilizza la cella di carico a trazione di Celmi srl per registrare il peso del serbatoio ad ogni istante. A partire dalla massa iniziale, tramite una misura differenziale, sarà quindi possibile ottenere il dato voluto. Durante la scarica, proprietà termodinamiche come pressione e temperatura del fluido vengono acquisite, essendo fondamentali per il dimensionamento finale del piattello d’iniezione. Tale componente è l’ultimo elemento nella linea d’alimentazione ed ha la funzione di atomizzare il fluido ed iniettarlo secondo certe modalità. La prova inoltre sarà utile per valutare il corretto funzionamento delle componenti idrauliche ed elettriche, presenti anche nella configurazione finale del razzo. Infine, poiché risulta di particolare interesse anche la modalità con cui viene espulso l’ossidante in camera di combustione, è stata presa la decisione di rendere trasparente la camera dove il fluido viene espulso. Attraverso una videocamera ad alta risoluzione sarà possibile studiare la distribuzione e la grandezza delle gocce di ossidante nebulizzato, parametri che saranno utili in fasi successive di progettazione per quanto riguarda la stabilità di combustione.

Se le vostre esigenze sono più “terrestri” avremo sicuramente la soluzione di pesatura più idonea per voi. Siamo infatti in grado di produrre celle di carico su misura e anche standard, strumentazione elettronica dedicata, bilance elettroniche e trasduttori di pressione: strumenti utilizzati per la misurazione di forze quali peso e pressione.
Tutti i nostri processi interni sono controllati e certificati dal sistema di qualità ISO9001 che assicura prestazioni costanti e affidabili nel tempo.
La nostra offerta comprende inoltre la cella di carico con tecnologia CANopen integrata, che è in grado di interfacciarsi con tutti i sistemi embedded dotati di questo protocollo di comunicazione.
A tutte le nostre celle di carico, inoltre, è stata riconosciuta la certificazione ATEX, che garantisce un utilizzo in piena sicurezza, anche in aree considerate a rischio di deflagrazione.

Oltre ai nostri prodotti standard per l’industria, l’automazione, l’imballaggio, il sollevamento, il settore farmaceutico, chimico, aerospaziale e alimentare, siamo in grado di offrire numerosi prodotti speciali realizzati “su misura”, in base alle specifiche esigenze della nostra clientela.

iscriviti alla newsletter